22
OTT
"Le antenne di Tangeri guardano il mare"
  • QUANDO:
    dal 22 al 31 ottobre
  • DOVE:
    Bunkervik
    via F. Odorici 6/b - Brescia
  • INFO
    TEL: 333 3667269

Monica Carrera presenta la sua prima personale fotografica. A cura di Mimmo Cortese, intervento sonoro di Emiliano Milanesi. Fino al 31 ottobre, da giovedì a domenica dalle 16:30 alle 19:00, oppure su appuntamento 333 3667269.

Questo progetto nasce da una serie di scatti che ho realizzato durante una breve permanenza nella città di Tangeri, sullo stretto di Gibilterra (le antiche colonne d’Ercole) a soli trenta chilometri di mare dalla Spagna. Così vicina all’Europa ma irrimediabilmente separata. La sera il vento porta le voci di Tarifa, in lontananza se ne vedono le luci, ma gli abitanti sanno benissimo di potervi accedere esclusivamente con un visto (giornaliero o più esteso, ma pur sempre a scadenza). L’Europa e la sua ricchezza balugina loro di fronte e scarica frotte di turisti per la gita giornaliera nella kasbah. La medina è stretta, arroccata e colpisce per la quantità enorme di antenne paraboliche che la avvolge, quasi un muro di orecchie che le fa da scudo. Esse sono lo strumento attraverso il quale il mondo occidentale la raggiunge. Per contro, sono rimasta estremamente colpita dalla quantità di gente che semplicemente sosta e guarda il mare. Sono immagini statiche, di tempi sospesi, di ascolti, di sintonizzazioni altre. Antenne inanimate e antenne animate. Ecco che il mare non è solo distanza da attraversare, ma anche distanza tra la realtà di un mondo e la sua rappresentazione fittizia.
(M. Carrera)

Altri eventi